domenica 20 marzo 2011

TERRA - poesia

Scovo con l'occhio dalla mia fenestra,                       
Sotto si stende alla vista un podere,
La terra impregnata dal caldo punge
e mi fa sussultare.
Sopra il cielo è pallido e calmo,
non v'è ombra di un turbamento.
Il mio animo si imbatte in pendii scoscesi
fatti di nuvole e di maggese.
Immagini ritornano a rimembrarmi questa vita
quando fanciullo anch'io
carezzavo le spighe e gli ulivi calmi,
con il viso e i piedi scottati dal sole.
Ho nostalgia di quel pargoletto ricciolo
e del suo sorriso.
Ho nostalgia di questa terra forte
e dei suoi infiniti odori.

Iямa

1 commento:

  1. Ciao, Irma! Spero non ti dispiaccia essere premiata due volte! XD
    http://mycrazylife-starlight.blogspot.com/2011/03/kreativ-blogger-award.html
    saluti
    Starlight

    RispondiElimina